Ramon Maiden

Questo ragazzaccio, personalmente, è un’artista che apprezzo molto. Scoperto da poco tempo, mi ha fatto amare una tipologia di disegno a cui non avevo dato molta importanza in precedenza e spero possa attirare anche la vostra attenzione.

I suoi pezzi ricordano quegli scarabocchi che facevate sui libri di scuola quando proprio non c’erano le forze per seguire le lezioni.

china3

Molto riservato e per nulla amante dei riflettori, si è fatto conoscere con le sue esposizioni al ’Shall Adore’ di Londra nel marzo 2014 e all’ ‘Ink Me’ nel dicembre 2014 per il Lay-Low Fine Art di Palma de Mallorca.

Nato negli anni ’70 e cresciuto nel quartiere operaio di Roquetas a Barcellona, Ramon Maiden, come si definisce nel suo sito è un ‘criminal dandy’, forgiato da una gioventù circondata da teppisti che non usavano commettere crimini nel proprio territorio mossi da uno spirito di solidarietà e cameratismo e per questo definiti ‘dandy’ (gentiluomini).

Fa i suoi primi passi nell’ambito artistico da autodidatta, non essendo amante dei luoghi comuni degli insegnamenti scolastici, in quanto ritiene non siano sostenitori del purismo artistico, riscoprendo una forte passione che racchiude molti aspetti che lo caratterizzano.

Da sempre ama viaggiare, e si può dire che New York sia la sua seconda casa. Ad ogni viaggio ama scoprire piccoli negozi caratteristici di chincaglierie, dove trova vecchi poster, cartoline, fotografie di personaggi storici e religiosi, che poi riporterà in vita trasformandoli in moderne bellezze mistiche completamente tatuate.

Capovolge e ridefinisce il vecchio ritrovandosi molto nella definizione da lui spesso citata di Oscar Wilde: “l’unico dovere che abbiamo nei confronti della storia è quello di riscriverla’’.

Le sue influenze artistiche sono molto varie, spaziano dal fumetto underground alla cultura pop americana, dal surrealismo alle illustrazioni della scuola ceca modernista, dall’arte sacra agli illustratori moderni come Dr. Lakra, Chris Cleen, Lola Garcia e Ryan Mason.

christ1

Da sempre ribelle Ramon crea opere che invitano al dibattito e creano controversie, come le rivisitazioni di Gesù e la Vergine Maria, seppur lui non sia alla ricerca di nessuna reazione contrastante da parte del pubblico.

La sua arte è segnata dalla forte influenza religiosa famigliare e dalla grande passione per i tatuaggi di cui lui stesso è coperto e che ama definire come una mappa della sua vita che ricorda i posti più cari e le esperienze che l’hanno segnato.

Ma Ramon non si limita ai cartacei, vantando una vasta collezione di mani in plastica e legno tatuate con il suo tipico stile con cui crea dei pezzi totalmente unici utilizzando semplici penne bic o indelebili.

Potete trovare tutte le sue opere nel suo blog personale (http://blog.ramonmaiden.com)

Giada Girardi

hosted

mucha

para-ti

ramon-maiden-intro-big

slepping-faith-small-2


The Author

Punk Vanguard

Comments

Leave a Reply