KLUNE

Cosa sono i generi musicali?
Personalmente li considero schemi di riferimento per il pubblico, che cerca di racchiudere in una parola l’espressione dell’artista. Abbastanza limitante a mio avviso.
L’anima è senza confine, e nella sua manifestazione musicale c’è bisogno di ascoltare i suoni con pancia e orecchie, lasciando il cervello spento, almeno per una volta.

Vi presento i Klune: trio padovano formato da Alberto Pagnin – Bodwan è il suo progetto solista – come compositore, Giulio Abatangelo alla chitarra e Giovanni Solimeno alla voce.

Si sono formati a gennaio 2014, e dopo aver trovato stabilità sono usciti col primo EP. Tre tracce mature, frutto della fusione di background musicali differenti, con in comune la passione per Bonobo e Chet Faker. Sono costantemente in studio a comporre, ma ne sentirete sicuramente parlare per il loro approccio live, parte integrante e fondamentale del progetto.

“Eh, ma cosa fanno?” Probabilmente ve lo starete chiedendo.
Elettronica, Ambient, Pop, RnB…decidete voi. Questo è un lavoro che fra tutte le definizioni e sottogeneri che possiamo elencare non ha una cornice definita. Ascoltatelo e provate a farne la colonna sonora della vostra vita quotidiana, e di sicuro una, ma anche più situazioni dove inserire questi brani le troverete di sicuro. In fin dei conti si parla di immaginazione e fantasia.
L’unica cosa che mi permetto di anticipare è che il progetto Klune è elegante: dall’artwork alle melodie, il risultato è un esordio minimal, ma innovativo e di classe.

Hope, Woman e Cinnamon (Feat EMAY): tre brani da “Ma di chi è questa canzone?” assicurato.

CONTACTs
www.facebook.com/kluneofficial
www.twitter.com/kluneofficial
www.soundcloud.com/kluneofficial
klune.band@gmail.com

Andrea Faso Fasolato


The Author

Punk Vanguard

Comments

Leave a Reply